Risparmio energetico: 5 consigli per risparmiare sulla bolletta

Risparmio energetico: 5 consigli per risparmiare sulla bolletta

I ritmi frenetici della routine domestica spesso ci inducono a un consumo non pienamente consapevole dell’energia in casa. Il risultato? Bollette salate. Talvolta si pensa, sbagliando, che magari riducendo il numero di lavatrici a settimana, oppure ritardando in inverno l’accensione dei riscaldamenti, o in estate quella dei condizionatori, il costo della bolletta possa cambiare considerevolmente: ma a quale prezzo per il comfort di tutta la famiglia? In realtà, senza grosse privazioni, basterebbe mettere in atto piccoli accorgimenti quotidiani per avere un reale risparmio energetico, e quindi bollette meno care.

 

La domanda allora è: come posso davvero risparmiare?

Qui di seguito i nostri 5 consigli su come ottimizzare i consumi in casa e risparmiare sulla bolletta.

Risparmio energetico: 5 consigli per risparmiare sulla bolletta

1. Gli elettrodomestici: accesi solo quando servono

Non lasciate gli elettrodomestici in standby quando non sono in uso, e scollegate smartphone e tablet dalle prese di corrente una volta carichi. Per comodità, potreste utilizzare una multipresa per spegnere da unico punto TV, computer, router, decoder, e altri dispositivi elettronici.

Inoltre, nel caso in cui dobbiate sostituire un grande elettrodomestico (es. frigo, forno) optate per l’acquisto di un modello ad alta efficienza energetica, quindi almeno di classe A++, che consuma fino al 50% di energia in meno rispetto a uno di classe A.

 

2. Lavatrice e lavastoviglie: gli accorgimenti per risparmiare

Utilizzate la lavatrice a pieno carico e a basse temperature (40°C sono più che sufficienti) e avviatela preferibilmente nelle ore notturne, quando il costo dell’energia è più basso. Per far asciugare il bucato utilizzate l’asciugatrice solo quando è davvero necessario, altrimenti prediligete sistemi meno impattanti per l’ambiente. Se proprio non potete farne a meno, optate per un’asciugatrice di classe energetica elevata.

Per quanto riguarda la lavastoviglie, utilizzate il ciclo di lavaggio intensivo solo nei casi in cui è strettamente necessario: impiega tempi molto lunghi, a temperature elevate, quindi con grande consumo di energia. Quando le stoviglie sono poche, utilizzate gli appositi programmi a mezzo carico.

Risparmio energetico: 5 consigli per risparmiare sulla bolletta

3. Scegliete lampadine a risparmio energetico

Imbattibili per durata e bassi consumi sono le lampadine a LED, che permettono di risparmiare fino all’80% di energia elettrica rispetto alle tradizionali lampadine a incandescenza. Un esempio? Se nell’arco di un anno tenete accese per 8 ore al giorno due lampade di uguale luminosità, una incandescente e l’altra a LED, alla fine dell’anno la lampadina incandescente avrà consumato circa 29 euro di energia, quella a LED meno di 3 euro: una differenza notevole!

Oltre a scegliere questo tipo di lampadine, cercate di organizzare gli spazi in casa in modo da sfruttare il più possibile la luce naturale, ed evitate di lasciare luci accese in stanze vuote.

 

4. Infissi: occhio all’isolamento termico

Controllate lo stato di balconi e finestre per evitare la dispersione di calore, che in inverno porta gli impianti di riscaldamento a un maggiore sforzo per raggiungere la temperatura desiderata. In estate, invece, quando il condizionatore è in azione, chiudete sempre porte e finestre; preferite la modalità ‘deumidificazione’ e impostate temperature non troppo basse rispetto a quelle esterne (in generale, non scendete sotto i 25°-26°C).

Qualora dobbiate cambiare gli infissi, è consigliabile il telaio in PVC, un materiale riciclabile leggero e duraturo, che fa in modo che la coibentazione termica, oltre che acustica, sia garantita nel tempo. Oltre al PVC, anche un telaio in legno offre un buon isolamento termico. Sono diffuse anche le strutture miste, combinando diversi materiali che hanno proprietà isolanti ugualmente alte. Per la combinazione legno-PVC: il PVC viene posto nella parte esterna e il legno in quella interna per evitare che gli agenti atmosferici possano deteriorarlo.

Risparmio energetico: 5 consigli per risparmiare sulla bolletta

5. Sistema Smart Home: gestire in modo intelligente i consumi

Un altro modo per evitare spiacevoli sorprese sulla bolletta è installare un impianto che vi consenta di controllare h24, da casa o da remoto tramite app, l’utilizzo dell’energia elettrica nella vostra casa. In questo caso potete prendere in considerazione la soluzione Living Now in versione smart, uno strumento intelligente che vi aiuterà a perseguire 3 obiettivi: controllo, sicurezza e risparmio.

Cosa potete fare nello specifico con Living Now? Potete gestire luci, tapparelle e prese elettriche della vostra casa. Il controllo delle luci, in particolare, non solo vi farà risparmiare tempo, gestendo in modo centralizzato l’illuminazione degli ambienti, ma anche energia: se ad esempio, usciti di casa, vi viene il dubbio di aver dimenticato le luci accese in qualche stanza, dall’app potete controllare ogni singolo locale e verificare immediatamente se almeno una delle luci è accesa: basterà poi un tocco per spegnerla. Per ogni singola stanza è possibile inoltre verificare il consumo istantaneo delle luci e delle prese che si stanno utilizzando.

Living Now vi consente anche di visualizzare i consumi energetici quotidiani di tutta la casa e di avere sempre disponibile uno storico dei consumi degli ultimi 30 giorni.

 

Siete pronti a mettere in pratica questi consigli per risparmiare sulla bolletta? 😊

Lasciati ispirare. Scopri anche:

Prodotti a risparmio energetico
Prodotti a risparmio energetico
Controlli in tempo reale luci e riscaldamento, ottimizzi i consumi di energia elettrica e gas e risparmi sulla bolletta. Ecco i vantaggi delle soluzioni BTicino a risparmio energetico: una casa intelligente, moderna, sostenibile e più conveniente.
Leggi di più