Oggettistica vintage: arredare casa tra nostalgia del passato e comfort contemporaneo

Oggettistica vintage: arredare casa tra nostalgia del passato e comfort contemporaneo

Sono in molti a subire il fascino dei tempi che furono quando si parla di arredamento, oggi è diventata una vera e propria tendenza. Mobili vintage usati e oggettistica vintage possono sicuramente dare un tocco di originalità alla vostra casa.

Ma cos’è il vintage?

Un oggetto vintage per essere tale deve avere almeno 50 anni (uno di antiquariato almeno 100). Tuttavia, il termine oggi è usato per identificare qualcosa che è appartenuto alla moda di un tempo, o semplicemente un articolo che non viene più prodotto da anni. Sono indicati come vintage anche quegli oggetti degli anni ’70-’80-’90 che non sono più reperibili in commercio. Dove trovarli? Esistono appositi negozi, oltre ai più tradizionali antiquari, oppure mercati completamente dedicati al settore.

Il dilemma: vintage o design contemporaneo?

La risposta è entrambi! Solo apparentemente vintage e arredamento contemporaneo sembrano in contraddizione: in realtà si tratta di due tendenze che possono coesistere molto bene. Servono però alcune indicazioni per evitare potenziali pastrocchi.

 

Come prima cosa, considerate che la tendenza minimal è la migliore da adottare, quindi non ingombrate le stanze della vostra casa con troppo mobilio, specie se vintage. Un tavolo o una credenza di un certo periodo sono perfetti per arredare la vostra cucina moderna. Devono apparire come pezzi unici nell’ambiente, un po’ come se fossero opere d’arte. Più si crea un contrasto e più l’oggetto risulterà in sintonia con il resto.

Oggettistica vintage: arredare casa tra nostalgia del passato e comfort contemporaneo

Il moderno con prevalenza di bianco, o con colori chiari, vi aiuterà maggiormente a creare armonia. I mobili vintage infatti sono in genere scuri, prevalentemente marroni: quindi sfumature di colori molto chiari sono ideali da abbinare, ma anche l’effetto trasparenza o linee metalliche abbastanza fini, in particolare nelle sedie, possono essere d’aiuto.

 

Per quanto riguarda invece l’oggettistica vintage, anche in questo caso valgono gli stessi consigli: non fatevi prendere troppo la mano ad occupare spazio con soprammobili e simili, a maggior ragione quando le metrature sono limitate. Considerateli a tutti gli effetti come elementi di design da far convivere insieme in armonia. Fate soprattutto attenzione alla combinazione di linee e colori se avete intenzione di arredare casa con mobili e oggettistica vintage di periodi diversi. Per esempio, un divanetto anni ’50, semplice ed essenziale, potrebbe adattarsi bene con alcune forme delle librerie degli anni ’70, sobrie e funzionali. Una lampada anni ’60, epoca caratterizzata da forme sinuose e colorazioni vivaci, potrebbe invece stare bene con una console anni ’80, anni in cui prevalevano forme geometriche, eleganti e minimali.

Oggettistica vintage: arredare casa tra nostalgia del passato e comfort contemporaneo

Prediligere un arredamento vintage non vuol dire però dover rinunciare al comfort della tecnologia. Le placche Living Now, con finiture in legno (ad esempio Noce o Rovere) o in tonalità pastello (colori Aura o Ghiaccio) si adatteranno perfettamente al vostro arredamento, per godere di tutte le comodità della smart home anche una casa in perfetto stile vintage 😉

Lasciati ispirare. Scopri anche:

Placche Living Now
Placche Living Now
La nuova serie BTicino è sempre Living ma completamente rinnovata nell'estetica e nelle funzioni. All'avanguardia ma con una solida storia alle spalle.
Leggi di più